Setup Menus in Admin Panel

School.Dataninja.it

Le spese per incarichi e consulenze del comune di Bologna

di Paola Bacchiddu

È nel settore banche la prima voce di spesa del comune di Bologna, nei tre anni della giunta guidata dal sindaco Virginio Merola, come si legge nei dati pubblicati sul sito Opendata relativi alle consulenze e agli incarichi professionali .

Dal giugno 2011 – data dell’insediamento dell’attuale amministrazione – a oggi il comune ha contratto un debito con la Banca europea per gli investimenti di circa 40 milioni di euro (cifra che l’istituto di credito ha concesso come prestito, nell’ambito di un progetto d’investimento multisettoriale), come si legge nel bilancio di spesa, alla voce Finanza e bilancio.

Circa 30 milioni di euro di spesa invece, commissionati alla società Engineering di Roma, importo che si colloca al secondo posto nelle uscite: 25 milioni alla sola voce tributi, e la restante cifra investita nel settore Agenda e tecnologie informatiche.

Seguono le spese cumulative per i servizi alla persona e nel settore sanitario: 32 milioni di euro complessivi distribuiti tra Asp (Azienda di servizi alla persona) e Asl. Guarda a schermo intero

Per chi avesse esigenza di rivolgere domande o desiderasse suggerire consigli al comune di Bologna in merito alle spese dell’amministrazione, ci si può collegare alla sezione Un bilancio accessibile e trasparente del sito istituzionale.

Dai dati più specifici emerge inoltre una differenza nella distribuzione dei finanziamenti tra i diversi quartieri di Bologna.

A una prima disamina, se si analizza il rapporto tra le spese e la popolazione residente in ogni quartiere, si rileva infatti che a un cittadino che abita a Navile il Comune destina, in consulenze esterne, quasi il triplo dei finanziamenti spesi per un residente di San Vitale. 32 euro a testa del primo rispetto ai 10 del secondo. Scarsi anche i fondi destinati alle zone di Porto e Santo Stefano.

Più omogenee le spese per gli altri quartieri che, pur ricevendo meno finanziamenti di Navile, si collocano tra i 15 e 10 euro pro capite.

1 responses on "Le spese per incarichi e consulenze del comune di Bologna"

  1. Lo staff di Open Data Bologna vi ringrazia e si complimenta con tutti i gruppi di lavoro che hanno analizzato e curato le rappresentazioni grafiche dei dati rilasciati dall’amministrazione.

    I vostri lavori hanno offerto spunti su molti aspetti e questo sicuramente ci dá ulteriore stimolo a migliorarci sempre di più. Possiamo aiutarci reciprocamente condividendo le informazioni e creandone nuove.

    Con questa filosofia, riguardo al dataset “Sussidi, contributi, incarichi e appalti”, ne approfittiamo per precisare che il totale degli importi derivati dal file dati sulla trasparenza sono relativi, oltreché ad incarichi e consulenze, anche ai contributi e alle procedure per l’acquisto di beni, servizi e forniture.

    Grazie al vostro lavoro, stiamo lavorando per arricchire il dataset con queste ulteriori specifiche alla scheda dei metadati.
    Stay tuned! Open Data Bologna

Lascia un Messaggio