Setup Menus in Admin Panel

School.Dataninja.it

Data media strategy: la fase di ascolto

Strumenti e metodi per pianificare una comunicazione digitale.

Nella pianificazione di una comunicazione digitale la fase preliminare è quella più importante: si chiama ascolto e ti serve per capire chi è l’audience che vuoi raggiungere, di cosa parla, cosa cerca e come ne parla, quali social network usa. In questo modo puoi costruire una prima mappatura dei luoghi che frequenta online, conoscere i suoi gusti, le sue abitudini e intercettarla per farla diventare parte della tua comunità. O per entrare tu stesso a far parte delle comunità della tua audience.

Ci sono due modi per affrontare questa fase: se puoi investire molti soldi nell’ascolto (nella raccolta dei dati e nella loro interpretazione), affidati ad aziende che si occupano di analizzare i big data dei social network e del web.

Se invece non hai questa possibilità, puoi costruirti un percorso su misura. Ecco alcuni degli strumenti che ti servono: Google SearchGoogle Alert, Mention, Google AdWords, Topsy, Social Mention, HootsuiteKlout, Hashtags.orgMentionmappIconosquare, Gramfeed.

Il metodo

Cerca parole collegate al tuo settore, il nome della tua organizzazione, il nome delle organizzazioni concorrenti, le critiche/criticità a riguardo e cerca di capire come se ne parla. Puoi creare una checklist per ogni prodotto, servizio o campagna che stai seguendo, come questa di esempio, che puoi modificare e adattare alle tue esigenze.

Gli strumenti

Nessuno degli strumenti qui menzionati è open-source, ma tutti possono essere utilizzati, almeno accettando alcuni limiti, gratuitamente.

Google Search e Alerts

La classica ricerca di Google ti serve per capire quali risultati sono associati alle parole chiave connesse al tuo progetto/lavoro. Da quello che emerge puoi capire cosa trovano le persone quando chiedono a un motore di ricerca di soddisfare un loro bisogno. Per rimanere aggiornato su ogni nuovo risultato puoi inserire le parole chiave nel servizio di Google Alert e ricevere email quotidiane o settimanali con i link in cui è citata la keyword inserita. Come Alert ti consiglio anche Mention, che intercetta tutti i contenuti sul web legati alle parole chiave che ti servono, anche sui social network.

Google AdWords

È un servizio di pianificazione di annunci pubblicitari su Google. Anche se non vuoi comprare spazi pubblicitari, lo strumento è utile per analizzare parole chiave, gruppi di annunci, statistiche storiche, visualizzare il rendimento di un elenco di parole chiave. Ti serve per capire la frequenza di ricerca di alcune parole associate al tuo settore/prodotto/progetto e migliorare la sua descrizione nel tuo sito web.

Topsy

Il servizio della social search ti serve per le ricerca nell’archivio di Twitter, anche per contenuti non in tempo reale. Puoi cercare tweet in un determinato periodo di tempo, risalendo fino al 2006. Con la social analytics fai un confronto tra diversi hashtag. Se usi la ricerca avanzata puoi selezionare anche l’utente che ha inviato i tweet con i tuoi hashtag.

Social Mention

Qui puoi fare una ricerca in tempo reale dei contenuti sociali. È ottimizzato per contenuti in lingua inglese, ma nella colonna di sinistra vengono fornite informazioni interessanti come il sentiment collegato a un certo argomento, le parole chiave collegate (utile quando non conosci l’hashtag di riferimento di una campagna), gli utenti che ne stanno parlando di più, gli hashtag correlati, le fonti più prolifiche di contenuto legato a quel tema (Twitter, blog, Facebook, etc). Puoi scaricare i dati ottenuti anche in formato CSV (comma separated values) da analizzare ulteriormente.

Hootsuite e Klout

È un client per gestire una collaborazione multi account sui social network e monitorarne le statistiche. In questa fase ti serve per fare ricerche collegate a parole chiave o hashtag e chiedere di ottenere risultati filtrati in base al punteggio klout di un utente. Klout è un servizio che misura la popolarità di una persona online in base alle interazioni con i tuoi profili: non è un calcolo scientifico, ma per una mappatura di base delle persone più influenti della tua audience può essere un punto di partenza.

Hashtags.org

È un sito dove puoi cercare gli hashtag (parole chiave) e monitorarne l’uso su Twitter, controllare gli utenti più prolifici e gli hashtag correlati.

Mentionmap

Quando trovi un utente prolifico puoi cercarlo su mentionmap e capire chi sono le persone con cui dialoga di più, e di cosa.

Iconosquare e Gramfeed

Strumenti per cercare foto su Instagram correlate a un hashtag (Iconosquare) o alla geolocalizzazione (Gramfeed).

Investi un po’ di tempo nell’esplorare le potenzialità di questi strumenti, scegli quei pochi che pensi possano esserti davvero utili a pianificare la tua strategia e poi concentrati sulla definizione dei tuoi obiettivi.

Letture: 697